Cronache dal Magnolia

Dopo qualche settimana passata lontano dai palchi, ieri abbiamo inaugurato la nuova stagione invernale, con un concerto a dir poco particolare. È stata quella che potrebbe essere definita la serata dei PochiMaBuoni. Una serata che, complice una neve attesa e mai arrivata, ed una nebbia da spaventare anche i più temerari, è stata all’insegna dell’intimità, della buona musica gustata con piacere con gli amici.

La serata è iniziata con degli energici Cheap Mondays, che con grande groove e un interessante sound hanno infiammato il palco, e canzone dopo canzone hanno snocciolato una musica di qualità e gusto. A seguire è arrivata una delicata Roberta Carrieri, che ha ridimensionato l’atmosfera, portandola in luoghi più sognanti e delicati. Vestita di rosso passione e bianco purezzà, accompagnata dalla sua fidata compagna chitarra, ha presentato cinque brani dal suo ultimo album Dico a tutti così.

Ma veniamo a noi. Premetto che il Magnolia si trova praticamemente al termine della pista d’atterraggio di Linate, il che potrebbe sembrare un’informazione superflua. Se non fosse che dal vivo utilizziamo un sistema di cuffie senza filo e che, saliti sul palco, pronti a dare il via alle danze con una Out There che regala sempre grande adrenalina, ci siamo accorti non trasmettevano altro che una inesorabile, monotona e aggiungerei terribilmente irritante interferanza radio dall’aereoporto. Che dire, non il migliore degli inizi. Grande merito va dato a Fine, posizionata qual’era nella metà alta della scaletta, che ha ridato con la sua potenza emotiva una scarica di energia, che è stato il carburante che ha nutrito gli altri tre quarti di scaletta, che così è andata liscia come l’olio, scaldando a dovere i pochi presenti. Bellissimo ed inatteso è stato il duetto di Fab con Roberta Carrieri, che ci ha prestato la sua voce in Don’t Let Me Go, e, una sicurezza, come sempre, la canzone schiacciassassi, Flood, che a chiuso un live che era iniziato come un DaDimenticare ed è finito sulle note del CeLoRicorderemo.

Che dire un concerto molto particolare che segna l’inizio della stagione dei ghiacci, della polenta, e per noi musicisti, dei clubs.

A breve la programmazione di gennaio e febbraio!!!!

FEDE

Advertisements
This entry was posted in Live and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s